top of page
  • Immagine del redattoreMonica

Gli elementi di una Wedding Stationery

Da quali e quanti elementi si compone un coordinato grafico per il matrimonio? La mia risposta a questa domanda - una di quelle che mi viene posta più spesso dalle coppie di sposi in occasione degli appuntamenti in studio - è sempre "dipende".


Save the Date (cartacei o digitali), partecipazioni, inviti al ricevimento, cartoncino R.S.V.P., dettagli e/o lista nozze (magari con QR code o link al sito), libretti per la cerimonia, Tableau de Mariage, segnatavolo, segnaposti, Escort Cards ecc.
Coordinato Forget me not

Prima del matrimonio:


- Save the Date, ovvero il modo più immediato e carino per comunicare ai vostri amici e invitati che vi sposerete e la data che avete scelto. Servirà loro per bloccare quel giorno in agenda e deve necessariamente anticipare la consegna della partecipazione vera e propria (di solito si realizza 9/12 mesi prima delle nozze).

Può essere cartaceo, o digitale, e in genere anticipa quello che sarà lo stile grafico del coordinato.



- Partecipazione e invito sono il vero biglietto da visita del vostro matrimonio e di norma andrebbero consegnati almeno 3/4 mesi prima delle nozze.

Ma non sono la stessa cosa e non hanno la medesima funzione.


  • La partecipazione annuncia la cerimonia - civile o religiosa -, indicandone giorno, luogo e orario.

  • L'invito, invece, può essere costituito da un cartoncino aggiuntivo (in genere con un formato più piccolo, o differente, rispetto alla partecipazione) e riporta i dettagli e l'indirizzo del luogo dei festeggiamenti, se questi avranno luogo in un'altra location rispetto alla cerimonia. Va da sé che, se il vostro matrimonio si svolgerà in un unico posto, può essere sufficiente una sola card (invito completo), che racchiuda tutte le informazioni necessarie.

- R.S.V.P., dal francese "Répondez s'il vous plait", ovvero la richiesta di avere una conferma all'invito ricevuto per l'evento, spesso entro una data indicata. Questa sigla può essere inserita direttamente nell'invito, o riportata all'interno di un cartoncino dedicato, nel quale aggiungere anche i contatti (telefono degli sposi, indirizzo e-mail o sito web, se presente). Usanza comune all'estero - specie negli Stati Uniti e in UK - è quella di riconsegnare il cartoncino del R.S.V.P. agli sposi, una volta che l'invitato l'avrà compilato.


Coordinato Forget me not

- Biglietto con indicazioni sulla Lista Nozze: come per il R.S.V.P. e l'invito, anche questo elemento in genere ha un formato più piccolo rispetto alla partecipazione; è utile nel caso desideriate fornire informazioni sulla vostra lista nozze o lista viaggio. Buona norma sarebbe quella di NON indicare direttamente il vostro IBAN, ma preferire soluzioni più eleganti e meno "dirette", come riportare soltanto i vostri recapiti o l'indirizzo di un sito web nel quale i vostri invitati potranno trovare tutte le informazioni.



Dopo la cerimonia - Day-of stationery:


Ovvero tutti gli elementi utili durante la cerimonia (come i libretti e il programma della giornata, i Welcome Kit, le bustine con riso e/o petali, ventagli...) e il ricevimento (menù, segnatavoli, segnaposti, Tableau de Mariage ecc.).

Anche qui, vediamo i principali prodotti nel dettaglio.


- Libretti per la cerimonia religiosa o civile. Nel primo caso, considerate che dovrete stampare delle copie per circa la metà dei vostri invitati, più quelle necessarie a voi sposi, ai testimoni, al celebrante e - se lo avete - al coro.

Se invece il vostro rito sarà civile o simbolico, potrete realizzare un piccolo libro con le promesse che vi scambierete e con le letture e dediche di amici o parenti che interverranno: saranno dei ricordi emozionanti di quel giorno, da conservare nel tempo.


- Ventagli, realizzabili con varie forme, sagomati o più tradizionali, in cartoncino stampato f/r con lo stesso stile delle partecipazioni; possono essere impreziositi con nastri in seta, occhielli metallici e nappine.

Coordinato personalizzato G&P

- Bustine per il lancio del riso o dei petali. Chi mi conosce da tempo o ha già lavorato con me lo sa: per scelta non realizzo i classici conetti, che trovo molto poco pratici ed eleganti. Una delle alternative possibili? Delle piccole, preziose bustine in carta glassina, da chiudere con adesivi personalizzati o tag in cartoncino.

Altri elementi che possono essere creati ad hoc e inseriti in un vero e proprio Welcome Kit:

- Welcome card o programma della giornata, con le indicazioni - magari anche illustrate - dei principali momenti che contraddistingueranno il vostro matrimonio (es. aperitivo di benvenuto, cerimonia, inizio ricevimento, Photobooth, taglio della torta, inizio dei balli, eventuali spettacoli previsti...).

Wedding Stationery G&P

- Bustina per le "lacrime di gioia": un involucro di cartoncino, una bustina in carta glassina o trasparente, per contenere il fazzoletto, da utilizzare nei momenti di commozione.


E ancora: bolle di sapone, spray antizanzare (utilissimo se vi sposate all'aperto e in estate), scatoline porta confetti personalizzate, prodotti tipici, acque aromatiche, mini guide...


Arriviamo, quindi, al momento del ricevimento.

Menu Toile de Jouy

- Menù: si tratta di un elemento fondamentale, di cui non potete proprio fare a meno, per completare il coordinato. Un dettaglio di non poco conto, considerando che sarà una delle prime cose che i vostri ospiti noteranno quando si avvicineranno a tavola. Sarebbe un vero peccato, quindi, trascurare proprio questo aspetto, o peggio, lasciarne la realizzazione (non in coordinato con il resto della grafica e non stampata in modo professionale) nelle mani del catering o di altri fornitori non specializzati che, non ho timore ad affermarlo, spesso invogliano gli sposi "offrendo" loro questo tipo di servizio. Ecco, ormai non conto più le volte in cui una coppia, a festeggiamenti ultimati, mi scrive pentita di questa scelta, perché il risultato non è stato all'altezza di quanto promesso e ben al di sotto delle loro aspettative. Per scegliere il formato più adatto, non esitate a confrontarvi con il vostro grafico, ma anche con wedding planner e floral designer.


Il menù si presta a moltissime personalizzazioni: può avere forme differenti (rettangolare, quadrato, tondo, a mezzaluna) e può essere impreziosito da accessori come sigilli in ceralacca, nastri, cordini, nappine, clip metalliche (per fermare il segnaposto, ad esempio), cover in carta semitrasparente lisce o stampate... Largo alla fantasia, dunque!


La regola vuole che si debbano riportare sul menù soltanto le pietanze che saranno servite a tavola.

Se desiderate far conoscere ai vostri invitati anche gli antipasti che precedono il pranzo o la cena, la composizione di eventuali buffet, food corners o altro, vi consiglio di creare dei menù dedicati, con formato a cavaliere o steso, da inserire in apposite cornici, per ciascuno di questi momenti.


- Segnaposti o Escort Cards: entrambi hanno la funzione di guidare gli ospiti verso il posto che occuperanno, ma non vanno confusi. Questi piccoli accessori, infatti, non hanno la stessa funzione. Mentre il segnaposto indirizza l'invitato verso il proprio posto assegnato e viene messo vicino o direttamente sul menù a tavola, l'Escort Card indica il nome e il numero di tavolo nel quale l'ospite sarà seduto ed è posizionata, in genere, su una struttura o tavolo dedicato.

Segnatavolo G&P

- Segnatavolo: a cavaliere (quindi con piega e "autoportante") o steso, inserito in cornici o altri supporti, rettangolare o sagomato, questa card è posta direttamente sul tavolo e aiuta gli ospiti a trovare la propria posizione durante il ricevimento. Possono riportare un numero (scelta che personalmente mi sento sempre di preferire!), oppure un nome o parola significativa per gli sposi.



- Tableau de Mariage, ovvero la guida alla posizione dei tavoli all'interno della location, che riporta n°/nome di questi e di tutti gli ospiti che vi saranno seduti. Un elemento molto importante e di sicuro impatto visivo: può essere realizzato in moltissimi modi, stampato o calligrafato, di grande formato (si pensi ai pannelli in legno o forex), su tela o costituito, viceversa, da semplici foglietti appesi con nastri o incollati, ad esempio su specchio (mediante l'uso di sigilli in ceralacca adesivi).

Una decorazione, dunque, da pensare e da allestire con cura, per coordinarsi perfettamente a tutto il resto della mise en place e della grafica, senza dimenticarne la funzionalità.


Con lo stesso stile, possono essere create altre cartellonistiche, come: Welcome Signs, pannelli per il Guestbook o il Photobooth, frecce e decori da posizionare in location (avete mai pensato alla necessità di indicare in modo immediato ma grazioso la posizione delle toilettes?!).

Tableau de Mariage

E per finire...

Biglietti di ringraziamento, tag per i confetti, adesivi per le bomboniere, scintille luminose, segnalibri... come abbiamo potuto vedere, gli elementi che costituiscono un coordinato grafico sono molti. Alcuni di questi saranno davvero indispensabili, mentre altri potranno costituire una coccola in più per i vostri invitati. Il consiglio è sempre quello di stilare un budget minimo e massimo per la Stationery e di affidarvi con fiducia a professionisti, che possano guidarvi in ogni momento.

Se desiderate una consulenza, date un'occhiata ai miei Servizi per gli sposi. Se invece volete affidarmi la creazione e la stampa del vostro coordinato, contattatemi.

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page