• Monica

Identikit del tuo cliente ideale

Aggiornato il: ott 2

Hai mai sentito parlare di Buyer Personas? Ebbene sì, l'ennesimo termine in inglese del marketing... Ma credimi, è un concetto semplice e davvero importante.

Parlare e indirizzare i propri sforzi a un target generico non può più funzionare (l'ha mai davvero fatto, dopotutto?!): i tuoi messaggi devono avere un unico scopo, ovvero arrivare al tuo cliente ideale. La tua Buyer Persona, appunto.


Chi sono queste Personas?

Sono i tuoi "clienti tipo", coloro ai quali devi pensare ogni volta che scrivi un post sul blog o sui tuoi profili social, ogni volta che invii la tua newsletter, ogni volta che ti metti a tavolino a pensare al tuo nuovo prodotto o servizio.

Non puoi rivolgerti a un pubblico ampio e non meglio identificato nella speranza di parlare al maggior numero di persone, perché in realtà finiresti per parlare a nessuno!




Devi avere bene in mente che cosa pensa il tuo cliente, che cosa sogna, quali sono i suoi valori, le sue abitudini, i suoi gusti, i suoi passatempi e che cosa lo spinge a fare determinate scelte... Difficile, dici? Certo, non puoi pensare di arrivare ad avere una carta d'identità per ognuno, ma puoi strutturare almeno due o tre profili delle tue Personas.


Ripartiamo da te.

Se stai per lanciare il tuo business, sono sicura che tu abbia già in mente un profilo ideale del tuo cliente. Ma è importante fare un lavoro di immaginazione e, allo stesso tempo, ribaltare la prospettiva. Prima di definire le tue Buyer Personas, dando loro un nome e un profilo, devi definire il tuo posizionamento e la tua visione di business.

Prendi carta e penna e rispondi in modo sincero e specifico a queste domande: Di che cosa ti vuoi occupare?

Per quale ragione hai iniziato la tua attività?

Quali bisogni devono soddisfare i tuoi prodotti o servizi? Qual è il tuo più grande desiderio professionale? Che cosa ti differenzia da altri brand simili?

Scegli solo 3 aggettivi per descrivere il tuo business.


Fatto?! Sembrava semplice, e invece... Scommetto che non ti capita spesso di soffermarti a riflettere sui valori e sui motivi che ti hanno spinta a iniziare. Solo avendo ben chiari questi punti cardine, sarai in grado di rispondere alle domande che riguardano il tuo cliente tipo.



E ora immagina.

Ecco la parte più divertente, puoi davvero compilare un identikit del tuo cliente ideale (ti consiglio di farne almeno 2 o 3). In rete esistono numerosi esempi di mappa dell'empatia, ma se lo desideri, qui puoi scaricare il template gratuito che ho creato per te.

Provare a dare un nome fittizio al tuo cliente tipo, immaginare la sua storia, le sue abitudini e perfino un volto, ti aiuterà a rendere tutto più realistico. Al termine dell'esercizio, non solo avrai le idee più chiare sulle persone alle quali dovrai comunicare, ma saprai quali valori e contenuti trasmettere, mettendole al centro della tua strategia.


Vuoi rivedere il posizionamento del tuo brand e hai bisogno di una strategia per comunicare al meglio il tuo business? Allora posso esserti d'aiuto: scopri qui tutti i miei servizi per creative e professioniste.


Se ti è piaciuto questo post, condividilo su Pinterest!




  • Instagram - momowedgraphicdesign
  • Facebook - momowedgraphicdesign
  • pinterest - momowedgraphicdesign

© 2020 MOMO WED

Milano, MI - Italia

P.IVA 11011470967